Video Killed The Radio Star

 

 

ASCOLTA QUI I NOSTRI PODCAST

 

Dall’inizio del 2020, la nostra generazione ha dovuto reinventarsi e riadattarsi per poter affrontare la pandemia Covid-19. Per le misure di sicurezza adottate, come quella della distanza sociale, abbiamo dovuto trovare alternative ed utilizzare i tool a nostra disposizione in maniera efficiente per poter permettere alla nostra vita professionale e sociale di proseguire.

Così come la famosa canzone del 1979 da cui prende il titolo, il progetto “Video Killed the Radio Star” pone l’attenzione sul progresso digitale e su modalità innovative di comunicazione, come quella dei podacast, tramite i quali sarà possibile realizzare attività di aggregazione ed inclusione sociale, trattando di tematiche che spaziando dalla lotta contro la discriminazione all’occupabilità giovanile, dalla creatività alla formazione, dalla valorizzazione del territorio alla tutela dell’ambiente. “ANG inRadio #piùdiprima + Torre del Greco + Video Killed the Radio Star” sarà realizzato a Torre del Greco, per la durata di 4,5 mesi dal 1°Agosto al 15 Dicembre 2020, includerà oltre 15 giovani partecipanti dai 18 ai 30 anni, e fungerà da antenna informativa dell’Ang a livello territoriale. Tramite l’impiego dell’educazione non formale, ogni podcast rappresenterà il modo per generare confronto, attivazione di reti, sviluppo di sinergie, crescita reciproca attraverso la conoscenza di nuove storie e realtà. Nella realizzazione dei podcast, infatti, saranno anche coinvolti Role Models, ovvero esempi positivi della società come esempio motivazionale per i giovani e sarà possibile scaricare gratuitamente i podcast dal sito di Ang e TdG. Oltre alla realizzazione di podcast; eventi di formazione, informazione e contest saranno le principali attività del progetto. Il team di 15 ragazzi realizzerà anche podcast itineranti, in scuole, associazioni e luoghi di aggregazione giovanile, interagendo con circa 5000 giovani, facendo informazione riguardo le opportunità offerte ai giovani dall’Europa e promuovendo la partecipazione all’iniziativa Ang inradio, coinvolgendo anche giovani con minori opportunità.