12046690_840528236061572_780496143385079634_n

Serve un trapianto urgente a Vincenzo, ragazzino di Torre del Greco di soli 12 anni. Il suo cuore viaggia a una velocità sette volte superiore al normale, e quindi, è come se avesse il muscolo cardiaco di un ottantenne a causa di un rara disfunzione univentricolare in grado di atrofizzare una metà del cuore, mentre l’altra metà rischia di cedere in ogni momento perchè sotto pressione. Vincenzo è iscritto alla terza media dell’istituto Giovan Battista Angioletti, ma la sua frequenza è molto irregolare a causa dei continui ricoveri ai quali è costretto a sottoporsi. Il piccolo è costantemente monitorato dai medici dell’ospedale Monaldi, la prima operazione a cuore aperto l’affronta a un anno. Dopo l’intervento, la sua vita è andata avanti tra lunghi ricoveri ospedalieri ed innumerevoli terapie, senza che mai potesse giocare spensierato con i bambini della sua età, dato che anche il più piccolo sforzo potrebbe essere fatale.

12046927_1712393588980227_47116222715959658_n

Da quattro anni, Vincenzo porta in petto una valvola impiantata nel ventricolo. «Soluzioni provvisorie,- i medici dichiarano – c’è il rischio concreto che la valvola collassi ed il bambino abbia bisogno di un cuore nuovo». Secondo gli esperti, per mettere fine a questo calvario, non resta che una soluzione: il trapianto. Ma la famiglia di Vincenzo non ha disponibilità economiche per sostenere i costi dell’intervento. La cittadinanza torrese si è attivata mostrando tutta la sua solidarietà tramite raccolta fondi ed eventi, come quello che si terrà oggi 1 novembre alle ore 16 presso il PFR Skatepark di Torre del Greco, durante il quale si raccoglieranno fondi per supportare il caso di Vincenzo ed in particolare la prima visita specialistica che effettuerà a Bologna il 24 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *