2016-06-09-PHOTO-00000403

2016-06-09-PHOTO-00000403

Trenta giovani stranieri ripuliscono le spiagge libere della zona “La Scala” di Torre del Greco, proseguendo l’azione di volontariato nata in maniera spontanea che nell’arco di alcune settimane ha portato alla pulizia degli arenili del litorale torrese e al recupero di scarti di vario genere nelle acque antistanti il porto.

Ultima zona in ordine di tempo ad essere interessata da questo “movimento” ambientalista, quella di località La Scala, a ridosso della passeggiata inaugurata alcuni mesi fa e divenuta punto di riferimento per migliaia di cittadini non solo torresi. Infatti, a chiedere di pulire le spiagge libere di quella zona sono stati i ragazzi, provenienti da diversi paesi stranieri, che stanno partecipando a un progetto realizzato dall’organizzazione di volontariato “Torre dei giovani-TdG”. Una proposta nata dopo che i giovani hanno visitato la nuova struttura realizzata con i fondi del programma Più Europa. L’amministrazione, grazie all’interessamento dell’Assessore all’Ambiente Salvatore Quirino, ha reperito il materiale utile al recupero dei rifiuti e interessato la ditta “Fratelli Balsamo” per il successivo smaltimento. «Siamo felici del fatto – afferma Quirino – che ancora una volta ci sia stata una realtà di volontariato che abbia deciso di impegnarsi per ripulire, a titolo gratuito, le spiagge libere. Ci auguriamo ora che la gente, che nel corso dell’estate frequenterà queste porzioni di arenile, sappia salvaguardare l’impegno mostrato dai volontari».

Otto in tutto i sacconi di rifiuti recuperati e avviati a regolare smaltimento nel corso di una sola mattinata. A guidare i trenta ragazzi impegnati nell’intervento di pulizia, il Vicepresidente di “Torre dei giovani-Tdg”, Anna Mazza: «I volontari – spiega – hanno deciso di svolgere quest’attività di mattina per lanciare un messaggio ‘visibile’ a tutte le persone che frequentano l’area. In questo modo abbiamo voluto anche far capire come gli stranieri apprezzino le nostre località».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *